Profanato – Jonathan Holt

All’Anna è piaciuto talmente tanto il primo libro della trilogia che ha voluto leggere il secondo.

profanato

Sinossi:

Cosa si nasconde dietro il rapimento di una ragazza adolescente, la figlia di un funzionario dell’esercito americano, scomparsa improvvisamente a Venezia? La giovane Holly Boland, dei servizi segreti americani, sospetta che l’obiettivo dei rapitori vada ben oltre la richiesta di riscatto. E quando il capitano dei carabinieri Caterina Taddei, nel corso di alcune ricerche in rete, si imbatte nel video di una ragazza legata e incappucciata con un misterioso messaggio in sovrimpressione, i sospetti si fanno certezza. Chi sono i rapitori? Quale può essere la chiave per decifrare l’oscuro messaggio? Daniele Barbo, il geniale hacker creatore del sito web criptato Carnivia.com, accetta di aiutare le due donne a risolvere il caso. Ma quando le tracce si perdono indietro nel tempo, fino ad alcuni fatti risalenti alla seconda guerra mondiale, diventa chiaro che sta per riaffiorare una verità sconvolgente e che rivangare il passato potrebbe essere estremamente pericoloso…

Il parere dell’Anna:

Molto bello e ben scritto. Bello come il primo e con un pizzico di pepe in più. Consigliatissimo.Questa volta hanno azzeccato anche la copertina. Bravi!

5 tazzine di caffè con la panna e il cacao sopra.

Sconsacrato. Carnivia Trilogy – Jonathan Holt

La sinossi:

A Venezia è la notte della Befana. Sui gradini della chiesa di Santa Maria della Salute regna un silenzio di tomba. Un cadavere è affiorato dal Canal Grande: una donna, con indosso le vesti di un sacerdote. Una tremenda profanazione, un abominio. È la prima volta che il capitano dei carabinieri di Venezia, la giovane e ambiziosa Caterina Taddei, affronta un caso di omicidio. L’indagine la condurrà tra i vicoli e i labirinti di Venezia, fino a un ospedale psichiatrico abbandonato sull’isola deserta di Poveglia e infine alla scoperta di un misterioso sito web criptato: Carnivia.com, che racchiude e diffonde i più oscuri segreti della città. Lungo la strada Caterina si imbatterà in due strani ma fondamentali personaggi, il sottotenente Holly Boland, una giovane donna soldato dell’esercito degli Stati Uniti cresciuta in Italia, e Daniele Barbo, un hacker di nobili origini intelligente e schivo, creatore proprio di Carnivia.com. All’improvviso però le tracce si perdono nel passato: nessuna prova certa, solo qualche indizio, che fa pensare a un’antica cospirazione in cui sono coinvolti la Chiesa, la CIA e il crimine organizzato. Ma Caterina sa bene che i vecchi crimini devono essere puniti tanto quanto quelli nuovi. Altrimenti, inevitabilmente, sono destinati a ripetersi…

sconsacrato

http://www.amazon.it/Sconsacrato-Carnivia-trilogy-Jonathan-Holt/dp/8854150185

La recensione dell’Anna.

Finalmente un bel libro! Letto tutto senza saltare una riga.Belli i personaggi, descritti bene, non sono noiosi né volgari. L’ambientazione di Venezia è perfetta, anche se è sempre con l’acqua alta, ma serve un po’ per la storia. Il porto sopratutto, descritto bene. Una delle parti coinvolgenti è la scia di cadaveri gettati nel canale che finiscono per arenarsi vicino alla scalinata della cattedrale. Questo passaggio poteva essere usato per illustrare la copertina, una pecca, perché non c’entra niente. Soldi spesi bene, consigliatissimo.

5 tazzine di caffè con il miele e il ciuffo di panna per la storia.

1 tazzina di caffè senza miele per la copertina che non c’entra niente e i caratteri piccoli dell’edizione economica che affaticano la vista.

La verità sul caso Harry Queber

L’Anna ha appena terminato di leggerlo per voi. Un mattone di 779 pagine che ha letto in quattro giorni.
Questa è la sinossi.

Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d’America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell’oceano. Convinto dell’innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent’anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.

51luPLVKb8L._SX352_BO1,204,203,200_

Cosa ne pensa l’Anna

L’ho finito per la disperazione. Poteva essere scritto in 400 pagine, tagliando via tutte le parti in cui l’autore ritorna indietro per spiegare cose del passato, quasi sempre inutili. Ripete troppe volte le stesse cose, poteva farne a meno. Infila nella trama troppi elementi, per poi arrivare alla fine con una storia senza nessuna sostanza. Noioso e pesante. Se non trovo qualcuno a cui regalarlo lo getto nella spazzatura.

valutazione da 1 a 5 tazzine di caffè:

3 tazzine perché sono buona. Ma ne merita 2,5 senza zucchero e freddo.